"Con l'avallo delle nuvole": laboratorio esperienziale in Metodo caviardage®

5-12-19 febbraio 2022 ad Aosta

A febbraio 2022, realizzerò un laboratorio esperienziale in Metodo caviardage® alla Cittadella dei giovani, di Aosta, dal titolo "Con l'avallo delle nuvole".

 

Il laboratorio, suddiviso in tre incontri (5-12-19 febbraio dalle 14:30 alle 17), è gratuito ma ha posti limitati.

 

Se volete partecipare, scrivete a info@cittadelladeigiovani.it 

 

Sarà un laboratorio per dare voce al sentimento del Wanderlust, (da wandern-errare, e Lust-desiderio), cioè quel “desiderio di vagare”, utilizzando il Metodo caviardage®, un metodo di scrittura poetica che aiuta a tirar fuori la poesia nascosta dentro ognuno di noi, attraverso un processo creativo che parte da una pagina già scritta con la guida di un formatore certificato.


"Messaggi al mare": laboratorio esperienziale in Metodo caviardage®

18 febbraio 2022

A febbraio sarò ospite di Letizia Rivolta e Roberta Mazzoleni nel loro laboratorio esperienziale di Metodo caviardage® "Messaggi al mare", con le mie poesie di "Sogno che arrivo.

Loro sono bravissime. Sicché, non avete scuse per non partecipare. 

Tutti i dettagli e le istruzioni su come iscrivervi le trovate qua.


Sogni a parte. Dal diritto all'istruzione al diritto al lavoro.

International Day of Education

25 gennaio 2022

Martedì 25 gennaio 2022, alla Cittadella dei Giovani ad Aosta, si è parlato di educazione, di istruzione e di lavoro in questo incontro dal titolo Sogni a parte. Dal diritto all'istruzione al diritto al lavoro all'interno della rassegna Dirittə al presente.

 

Io ho parlato nello specifico di ciò che abbiamo fatto in anni meravigliosi alla Scuola di italiano DoubleTe e di quanto l'istruzione serva a coscientizzare l'individuo (come direbbe Paulo Freire).

 

Potete vedere il video dell'incontro cliccando qui.


La comunità cinese in Italia, tra nostalgie e innovazioni

Intervista con la prof.ssa Stafutti dell'Istituto Confucio.

Per il progetto FAMI Impact è uscita questa mia intervista alla professoressa Stefania Stafutti, direttrice per parte italiana dell'Istituto Confucio di Torino, nella quale abbiamo parlato della Cina, antica e moderna, della comunità cinese in Italia e dei cambiamenti culturali che stanno avvenendo.

 

Potete leggere l'intervista cliccando qui.


Ultime notizie

"Sogno che arrivo" è uscito!

Sogno che arrivo (Edizioni Migr-Azioni) è finalmente uscito.

 

Il mio nuovo lavoro poetico, 7 anni dopo Migrando (End Edizioni). Questa volta, è un libro scritto a quattro mani, assieme alla mia amica Camilla Bertolina, una grande artista della parola e dell'immagine.

 

In questo libro, continua la narrazione delle migrazioni, continua il discorso sul corpo politico, continua il racconto sulle isole, sulle mie case, su persone delle quali è necessario e vitale continuare a conservare memoria.

 

Grazie alle Edizioni Migr-Azioni che hanno creduto nel progetto.

 

Se volete prenderne una copia, la potete ordinare in ogni libreria (cosa buona e giusta) oppure ordinarla qua, sul sito della casa editrice, con un semplice click.



1 maggio 2021

Sogno che arrivo.

Sono trascorsi quasi sette anni, oramai, dalla pubblicazione del mio Migrando (End Edizioni) e le situazioni raccontate in quel libro non sono migliorate; anzi, per la gran parte han subito delle involuzioni, con una contrazione sempre più evidente e illegale dei diritti.

In questi sette anni ho ascoltato e letto storie, ho esperito luoghi e persone, ho continuato a lavorare e ricercare, anche attraverso nuove forme espressive. In questi sette anni ho frequentato sempre più spesso e più attentamente le mie case, quei luoghi e quegli orizzonti che, per me, portano a compimento quel meraviglioso verso di Grace Nichols, "dove appendo le mutande - è lì casa mia".

In questi sette anni tutte queste narrazioni hanno continuato a scorrermi sottopelle, finché non hanno richiesto e preteso di essere messe per iscritto, di trovare la luce della condivisione. In questi sette anni ho anche conosciuto - o continuato a conoscere - persone meravigliose, con le quali ho condiviso e continuo a farlo pezzi di strada e di cammino.

Una di queste è Camilla Bertolina, un'artista della parola ma non solo, che ha accettato la mia sfida di scrivere un nuovo lavoro a quattro mani, utilizzando ognun* dei due la propria voce e il proprio sentire. Ne è nato, così, Sogno che arrivo, l'ultima fatica editoriale che uscirà presto, prestissimo per Edizioni Migr-Azioni, dopo che il mio amico Michele Docimo, entusiasticamente, ha accettato la pubblicazione.

Sono estremamente elettrizzato di questo nuovo lavoro, non vedo l'ora che arrivi, finalmente, nella sua dimensione anche fisica; nel frattempo, ve ne do un assaggio, sperando che vi garbi, particolarmente in questo giorno speciale di richiesta di diritti e tutele per tutte le lavoratrici e i lavoratori, e vi ricordo che potete, a questo link, prenotarne già una copia con un piccolo sconto.

Sono emozionato che, finalmente, questa nuova silloge, scritta a quattro mani, veda finalmente la luce e possa cominciare il suo viaggio.

 

Regolarizzazione.

 

L’Italia è una Repubblica basata sul

nostro dolore – infamante quel termine:

regolarizzazione, perché non c’è riscatto,

perché lascia permesso l’umano a

uno stato allibratore. Non abitiamo la

pelle le ossa il nostro intimo decoro ma

solo gli anfratti rimossi del nostro lavoro.

E l’inverno comincia sulle calde e

sporche mani a raccogliere arance

esplose di colore – un odore che ci

illumina e scompare nell’aria, come

qualcosa che piange e non sa consolare.

Poi le stagioni rotolano ancora coi

pomodori e con le fragole – un rosso

di sangue e sudore così simile alla

salvezza quando arriva – forse – per

un corpo alla deriva in un mare abissale.

E poi basta, a nascondersi, a lasciarsi

dis-umanizzati nelle reti del caporale.

Non bastò il sacrificio del nome – delle

parole delle orme perse, il loro suono

sordo, del frustato addome. Le nostre

braccia in-braccianti cassette e storie

sfiorenti nei campi – tra le renette – dove

nessuno ci vede mai ma sempre promette.



19 aprile 2021

Sogno che arrivo

Già DISPONIBILE IN PRE-ORDINE Sogno che arrivo, il mio nuovo libro di poesie, scritto con Camilla Bertolina e edito da Edizioni Migr-Azioni.

Si può ordinare adesso, a questa pagina, con uno sconto del 10%.

 

Sogno che arrivo è un viaggio, un lungo viaggio attraverso il deserto, il mare ma, soprattutto, nelle profondità dell’animo umano. Un viaggio in cui la grazia della poesia è balsamo per la ferita che essa stessa provoca rievocando tragedie, episodi di cronaca passati rapidamente dalle prime pagine all’oblio, dallo sgomento all’indifferenza.

Qui già il primo articolo su Sogno che arrivo.



22 marzo 2021

Recensione: Radio Budapest

Oggi su ChronicaLibri ho recensito l'appassionante Radio Budapest di Robert V. Horvath, volume edito da Syncro/Europa che è molto più di una casa editrice. Un viaggio nella vita della comunità LGBTQ+ delle capitali europee.

 

“Radio Budapest” si fa leggere tutto d’un fiato, si fa divorare; è una storia che appassiona e coinvolge, che mette in scena ogni dimensione del comportamento umano, concentrandosi soprattutto sull’ipocrisia borghese e nazionalista che domina e avvelena, oramai, gran parte della società ungherese (prima di tutto di Fidesz, il partito di Orbán, e dei suoi rappresentanti), ma che è tipica di ogni nazione: fare in privato quello che si condanna in pubblico, perché le apparenze sono più importanti – e più utili in politica – della verità e del rispetto umani.

 

La recensione completa qua.


19 marzo 2021

Recensione: Tre racconti sensuali

Oggi su ChronicaLibri ho recensito Tre racconti sensuali di Yorgis Yatromanolakis, editi da Lamantica Edizioni.

 

La dimensione erotica, in questi racconti, assume dei contorni di esaltazione mistica, un barocchismo dei sensi che ricorda le estasi scolpite nelle pose e nei volti statuari del Bernini. Non c’è malizia, non c’è pornografia; c’è solo un’oggettiva vicinanza a quanto di più potente e meraviglioso è nascosto nel nostro animo e nella voluttà dei sensi, senza nessun pentimento né senso di colpa.

 

La recensione completa qua.



10 marzo 2021

Recensione: Una storia senza cliché

 Oggi su ChronicaLibri ho recensito Una storia senza cliché di Davide Calì e Anna Aparicio Català edito da Edizioni Clichy.

 

La narrazione prosegue in un crescendo di obiezioni e di domande, di analisi e di ripensamenti, di dettagli e di immagini coloratissime e potenti che sprofondano i nostri occhi e la nostra mente nel mondo del fantastico. L’effetto è quello di un continuo straniamento, un’alienazione ininterrotta rispetto al nostro bagaglio di conoscenze sulle fiabe; che sono, indubbiamente, cosa seria, serissima, tanto da esser protagoniste di numerose analisi narrativo-antropologiche. Ma il dubbio che proviamo a ogni pagina del libro edito da Clichy è una rottura, una frattura con quello che davamo per scontato a priori, non discutibile e non negoziabile.

 

La recensione completa qua


3 marzo 2021

Recensione: Ogni volta

 Oggi su ChronicaLibri ho recensito Ogni volta, scritto da Silvia Vecchini e Daniela Tieni e edito da Lapis Edizioni

 

Il mondo si trasforma, si scontorna quando ogni parola viene pronunciata, in un gioco magico che rappresenta, visivamente, ciò che la parola può fare, che può evocare e produrre: la parola diventa fisicità e immaginazione, crea legami coinvolgendo il corpo e apre le porte di un immaginifico che dal corpo si smarca. Questo è ciò che la parola poetica possiede come propria caratteristica principale e peculiare, potenziata, in questo caso, dall’immagine, dalle sue forme e dai suoi colori.

 

La recensione completa qua.

 



19 febbraio 2021

Nuova uscita: Sacra sciarada

 

Ecco qua la copertina del mio nuovo lavoro poetico, Sacra sciarada. Dell'uomo e della passione, che uscirà a breve. Dell'uomo e della passione": sono poesie scritte molto tempo fa, accompagnate dalle splendide tempere su cartoncino della mia amica Beatrice Cetrullo. Un libro che ha avuto una storia travagliata ma che finalmente, adesso, viene pubblicato grazie alla passione del mio amico Alberto Enrico Gobetti e delle Edizioni del Mosaico, con grafica di Paolo Belcao. Accattatelo!


17 febbraio 2021

Recensione: Il libro degli errori

Oggi su ChronicaLibri ho recensito Il libro degli errori di Corinna Luyken, edito in Italia da Fatatrac.

 

Sugli errori, esiste una quantità spropositata di proverbi e detti popolari: segno evidente che sia questione fondante e imprescindibile dell’umanità stessa. C’è chi è più intransigente e chi più comprensivo, esistono situazioni e situazioni rispetto alle quali valutare un errore: quel che è certo è che l’errore esiste e non se ne scappa.

 

La recensione completa qua.



3 febbraio 2021

Recensione: Temporale

 

Oggi, su ChronicaLibri, ho recensito Temporale di Sam Usher, edito in Italia da Edizioni Clichy.

 

Attraverso i disegni corposissimi e coloratissimi, Sam Usher ci porta in un vortice di accadimenti, velocissimi come il vento che accompagna un temporale. Attraverso questa rapidissima narrazione, si squaderna un mondo fantasioso, dove la complicità tra il nonno e il nipote plasmano una terra dove tutto è possibile, dove ciò che si vede è solo una minima parte del vissuto reale, dove la quotidianità di amplia, abbatte i muri, conquista terre inesplorate e regala un’emozione arricchente.

 

La recensione completa qua.




25 gennaio 2021

Recensione: Tra le rose e le viole

Oggi su ChronicaLibri ho recensito Tra le rose e le viole, volume di Porpora Marcasciano, presidente onoraria del MIT - Movimento Identità Trans, ripubblicato recentemente da Edizioni Alegre.

 

La ripubblicazione del testo di Porpora Marcasciano, Tra le rose e le viole, per Edizioni Alegre, è un atto politico potentissimo. La presa di parola di dieci “transessuali e travestiti” è fondamentale nel tentativo di sovvertire l’oppressione del pensiero dominante, assieme all’assumere il punto di vista interno, quel “partire dal sé” che è alla base di ogni narrazione autobiografica. Nonostante le storie presentate siano già piuttosto lontane nel tempo, raccolte tra il 1999 e il 2000, continuano a essere memoria preziosa e imprescindibile, per comprendere cosa sia stato il movimento trans, in Italia, dalle sue origini ai giorni attuali.

 

La recensione completa qua



8 gennaio 2021

Recensione: L'isola dalle ali di farfalla

Su ChronicaLibri ho recensito L'isola dalle ali di farfalla di Tito Barbini e Paolo Ciampi, edito da Edizioni Spartaco.

 

La narrazione, di fatto, costituisce il mezzo e lo strumento più perfetto di consapevolezza. Tante storie, note e sconosciute, si intrecciano in questo testo miracoloso, dalla complessa architettura nonostante un candore linguistico e logico: alla fine, ognuno di noi deve trovare i propri spazi e organizzarsi le prospettive, sempre con le mani a rimestare la terra, a sfiorare corpi e a far esperienza di materiali. Per fare come quei monaci benedettini, che cominciarono con il bonificare: “prosciugando paludi insalubri metro a metro, per farne zolle da dissodare, rivoltare, aprire al seme”.

 

La recensione completa qua.



21 dicembre 2020

Recensione: L'epica trans nei ricordi di Porpora Marcasciano

Oggi su ChronicaLibri ho recensito "L'aurora delle trans cattive" di Porpora Marcasciano, edito da Edizioni Alegre.

 

In “L’aurora delle trans cattive”, con una lingua appassionata e appassionante, con un narrazione fluida e avvincente, si ripercorre una questione complessa e significante, a cominciare dalle parole per dirsi che “mancavano e mancano tuttora”. La memoria di Porpora è una fonte inesauribile, un lungo e puntuale “lavoro politico” che non si può più continuare a ignorare, né considerare minoritario o superfluo.

 

 La recensione completa qua.



8 dicembre 2020

Prossima pubblicazione

 

Questa è la copertina provvisoria di un nuovo libro di poesia, Sogno che arrivo, scritto a quattro mani con Camilla Bertolina, in uscita all'inizio del 2021.


Libri

Questo è lo spazio dei miei libri e delle mie pubblicazioni, principalmente poetiche.

Articoli

Il luogo dove poter leggere le mie recensioni e i miei articoli, nella mia attività giornalistica.

Formazione

I miei corsi di formazione e la mia esperienza come docente e formatore di parola.